vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Colazza appartiene a: Regione Piemonte - Provincia di Novara

Permesso di Costruire (PdC)

Scheda del servizio

PERMESSO DI COSTRUIRE

Principale normativa di riferimento
 D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 - Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia (T.U.E.)
 Legge regionale 3 aprile 1989, n. 20. Norme in materia di tutela di beni culturali, ambientali e paesistici
 Legge regionale 5 dicembre 1977, n. 56. Tutela ed uso del suolo
 Legge regionale 6 agosto 1998, n. 21. Norme per il recupero a fini abitativi di sottotetti
Norme sanitarie
 R.D. 27 luglio 1934, n. 1265
 L. 23 dicembre 1978, n. 833


Interventi subordinati al permesso di costruire
Sono gli interventi caratterizzati da trasformazione urbanistica ed edilizia del territorio, come elencati all'Art. 10 - Interventi subordinati a permesso di costruire del D.P.R. n. 380/2001.

Principali interventi edilizi sottoposti a permesso di costruire:
 Nuova costruzione
 Ampliamento o sopraelevazione
 Opere di urbanizzazione primaria e secondaria
 Realizzazione di infrastrutture o impianti
 Installazione di torri, tralicci, ripetitori
 Installazione di manufatti leggeri, prefabbricati, strutture in genere su suolo privato atte a soddisfare esigenze non temporanee
 Intervento pertinenziale che comporta la realizzazione di un volume superiore al 20% del volume dell'edificio principale
 Realizzazione di depositi di merci o materiali, impianti per attività produttive all'aperto cui consegue la trasformazione permanente del suolo inedificato
 Ristrutturazione edilizia
 Recupero ai fini abitativi di sottotetti ai sensi della L.R. 21/98;
 Interventi sottoposti a D.I.A. ma presentati come permesso di costruire avvalendosi della facoltà di cui all'art. 22 comma 7 del T.U.E.


Condizioni di applicabilità degli interventi edilizi
Le opere devono essere conformi alle previsioni degli strumenti urbanistici, dei regolamenti edilizi e della disciplina urbanistico-edilizia vigente.
Devono essere presenti o programmate le opere di urbanizzazione primaria, oppure l'impegno da parte del richiedente alla realizzazione delle stesse.
La realizzazione degli interventi oggetto di richiesta di permesso di costruire che riguardino immobili sottoposti a tutela storico-artistica o paesaggistico-ambientale è subordinata al preventivo rilascio del parere o dell'autorizzazione richiesti dalle disposizioni di legge vigenti. Si applicano in particolare le disposizioni di cui al Decreto Legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 “Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio” ed alla Legge Regionale n. 20/89.
Nel caso fosse richiesto lo scomputo totale o parziale degli oneri, dovrà essere presentato all'atto della richiesta di permesso di costruire un progetto dettagliato delle opere di urbanizzazione che si intendono scomputare, con il relativo computo metrico estimativo.

Modulistica
La modulistica per presentare una richiesta di permesso di costruire è reperibile presso l’Ufficio Tecnico o direttamente scaricabile alla fine della presente descrizione.

Oneri e Costo di Costruzione - Diritti di Segreteria
Gli oneri concessori, se dovuti, ed i diritti di segreteria saranno applicati sulla base delle apposite tabelle scaricabili alla voce “oneri concessori e diritti di segreteria”.

Durata/Rinnovi
Il termine per l'inizio dei lavori non può essere superiore ad un anno dalla data di rilascio del permesso di costruire.
Quello di ultimazione, entro il quale l'opera deve essere completata non può superare i tre anni dall'inizio dei lavori e può essere prorogato, con provvedimento motivato (senza più allegare documentazioni nel caso in cui la normativa sia rimasta invariata), solo per fatti estranei alla volontà del titolare del permesso.
La realizzazione della parte dell'intervento non ultimata nel termine stabilito è subordinata al rilascio di nuovo permesso per le opere ancora da eseguire, salvo che le stesse non rientrino tra quelle realizzabili mediante denuncia di inizio attività ai sensi dell'articolo 22.
Si procederà altresì, ove necessario, al ricalcolo del contributo di costruzione.

Sanzioni
Le sanzioni sono definite dai seguenti articoli del D.P.R. 380/2001 “Testo Unico dell’Edilizia”:
 Art. 31 - Interventi eseguiti in assenza di permesso di costruire, in totale difformità o con variazioni essenziali
 Art. 34 - Interventi eseguiti in parziale difformità dal permesso di costruire
 Art. 44 - Sanzioni penali
Le sanzioni per interventi eseguiti in assenza di permesso di costruire o in difformità da esso sono applicabili anche ai casi delle denunce di inizio attività presentate in alternativa al permesso di costruire ai sensi dell'art. 22 comma 3 del TUE.

Modulistica
La modulistica per presentare l’istanza, è reperibile presso l’Ufficio Tecnico comunale o direttamente scaricabile alla fine della presente descrizione.

Dove richiedere maggiori informazioni
Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi all'Ufficio Tecnico - Sportello Unico dell'Edilizia nei normali giorni ed orari di apertura al pubblico.

Dove rivolgersi per presentare la domanda
Le domande devono essere presentate all’Ufficio Protocollo del Comune di Colazza - P.zza Milano n. 5 - nei normali giorni ed orari di apertura al pubblico.

Ufficio di competenza

Nome Descrizione
Responsabile geom. Massimo BARONE
Indirizzo Piazza Milano, 5
Telefono 0322.218102
Fax 0322.218604
EMail municipio@comune.colazza.no.it
ufficiotecnico@comune.colazza.no.it
PEC colazza@cert.ruparpiemonte.it
Apertura al pubblico
Apertura al pubblico
Giorno Orario
1° e 3° VENERDI del mese 09.30 - 11.30